La PCi riprende in forma ridotta i corsi di ripetizioni dopo l’emergenza Covid-19

Compagnia 35

Data di inserimento: 5/5/2021

Dal 19 al 23 aprile un numero ridotto di militi della Compagnia 35 della Protezione
Civile di Locarno e Vallemaggia, diretti dal tenente Roberto Patà e dal comandante
uscente capitano Davide Piccinelli, hanno portato a compimento diverse attività
nella regione. Le condizioni meteo favorevoli hanno aiutato i militi in servizio a
lavorare a pieno ritmo e a raggiungere gli obiettivi prefissati, con piena
soddisfazione della direzione del corso e dei vari committenti.

Quest’anno, vista la situazione dettata dalla pandemia da Coronavirus, le piazze di lavoro
come pure la logistica, hanno visto il coinvolgimento di un numero ristretto di militi alfine di
rispettare le disposizioni dettate dalle Autorità, come per esempio l’obbligo della
mascherina e il rispetto delle distanze sociali.
Sotto la supervisione del tenente Dominic Lüthi, i militi sono stati impiegati su tre piazze di
lavoro. Nel territorio di Corippo, un gruppo diretto dal sergente Fausto Foiada e dal
caporale Michele Maggini è stato impegnato nel rifacimento della passerella in legno sul
sentiero che porta all’antico mulino. Inoltre i lavori hanno previsto la messa in sicurezza
dell’accesso alla chiusa dell’acqua. A Brione Verzasca, i caporali Giacomo Pelloni e
Johnny Rota, insieme ai loro militi, si sono impegnati nello smantellamento di una
passerella di metallo in località “Ganne”, a causa del suo stato precario. Una condotta
idrica originariamente ancorata alla passerella è stata invece mantenuta e fissata con una
nuova fune. Infine, i militi guidati dal caporale Demis Vaerini si sono occupati della
rimozione di gabbioni metallici sull’argine del fiume Verzasca, a Gerra. Le strutture erano
originariamente poste a sostegno del sentiero che costeggia il fiume, ma i danni dovuti alle
piene ne hanno resa necessaria la rimozione.
Il gruppo del sergente Patrizio Patà e del caporale Martino Albertoni si è occupato della
pulizia e della messa in sicurezza del riale “Val Pesta”, sul territorio di Lavertezzo Piano.
La rimozione di piante e arbusti è stata necessaria per ridurre i rischi in caso di piogge
intense o raffiche di vento.
A Gordola, i militi dei caporali Mattia Soldati e Nicola Grossi – guidati dal primo tenente
John Luca Pedrazzi - si sono occupati della sistemazione di un sentiero di collegamento in
collina, reso instabile da un cedimento causato dall’evento alluvionale dello scorso agosto.
L’intervento ha previsto la costruzione di due ponti sul riale Curiga e di cassoni di legno a
supporto del tracciato.
L’esercizio della condotta, altro importante obiettivo del corso di ripetizione, è stato
coordinato dalla sezione di aiuto alla condotta, di stanza al Posto di Comando di Locarno
sotto la supervisione del tenente Daniele Roncati. La sezione logistica, coordinata dal
sergente maggiore Damiano Barloggio, coadiuvato dal capogruppo trasporti caporale
Daniele Pullarà, ha infine assicurato il buon funzionamento del corso a livello
organizzativo.

In conclusione, il direttore del corso, maggiore Mauro Quattrini, e il responsabile delle
piazze di lavoro, caporale Maurizio Maselli, si sono complimentati sia con i quadri che con
i militi, per la qualità del lavoro svolto, l’attitudine propositiva e lo spirito di gruppo come
pure per il raggiungimento degli obiettivi prefissati.


Categorie: Comunicati